Un anno di malattia, addio alla prof di latino che tutti amavano

PER APPROFONDIRE: fiammetta galletta, mestre, morin, morta, prof
Fiammetta Galletta
MESTRE - (m.fus.) Dopo mesi di attesa, per gli studenti del Morin di Mestre è arrivata la temuta notizia. La loro professoressa, Fiammetta Galletta, è morta mercoledì, nel giorno del suo 44° compleanno. Dopo dieci anni di insegnamento al liceo Bruno di Mestre, lo scorso anno scolastico aveva realizzato il sogno di tornare nel liceo che aveva frequentato da ragazza, il Morin, che si trova anche a due passi da casa. Fiammetta viveva infatti in via Irpinia, a due passi da via Miranese e da Asseggiano. E in entrambe le scuole è riuscita a lasciare il segno. Tra i colleghi docenti e i ragazzi la notizia della sua morte si è diffusa in fretta. La professoressa di italiano e latino aveva fatto in tempo a insegnare solo per qualche mese nel liceo di via Asseggiano. Mancava dallo scorso maggio - spiegano i ragazzi -, ci aveva inviato una mail per spiegarci che stava male, poi avevamo provato a chiederle aggiornamenti sul suo stato di salute ma forse era già troppo grave...

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 12 Gennaio 2018, 10:50






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Un anno di malattia, addio alla prof di latino che tutti amavano
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-01-12 12:13:33
Condoglianze alla famiglia. melody50, il gazzettino è un giornale che ha molta cronaca locale, perciò si leggono tutte queste cattive notizie, ma pensa all'informazione per tutte quelle persone che conoscono quelli di cui noi leggiamo solamente. Purtroppo è un perieodo di nera a molti livelli e nemmeno gli strafalcione dei nostri amati politici ci alieta il tempo. Posso dirti che mio nonno, vecchissimo lettore del gazzettino ancora nella sede del centro storico di Venezia a Rialto la prendeva così:- apriva la pagina dei regatanti (così chiamava i defunti del cimitero monumentale dell'isola di san michele) e diceva bon anco ancuo no ghe so, adeso vedemo cosa xe capità.
2018-01-12 11:33:52
Se andiamo avanti cosi' questo giornale mi da solo notizie di morte per malattie gravi, ormai siamo coscienti che dobbiamo temerle per svariate ragioni, capisco che ricordare queste sfortunate persone a tanti potrebbe fare anche piacere, ma e proprio necessario pubblicare queste tristi notizie tutti i santi giorni?
2018-01-12 13:57:23
Puo' sempre denunciare chi la costringe pistola-alla-tempia a leggere il Gazzettino tutti i santi giorni...
2018-01-12 15:14:21
per esempio il suo post e insignificante, non crea dialogo, il mio contenuto non era una critica. Apprezzo il post di vircingetorige.