Giovedì 11 Gennaio 2018, 08:59

Dal baccalà alle tappezzerie, tutte le spese del Palazzo

Dal baccalà ai tessuti damascati e  i verbali dorati: le spese del Palazzo

di Angela Pederiva

La politica estera del consiglio regionale punta decisamente verso Nord: destinazione Oslo. Lo si deduce scorrendo l'elenco dei provvedimenti dirigenziali di Ferro Fini relativi al secondo semestre del 2017 e appena pubblicati dall'istituzione, che comprende ben tre decreti di spesa riguardanti la Norvegia. E non è l'unica curiosità.

LE MISSIONI
Trova così parziale risposta la domanda posta dal dem Graziano Azzalin («Quanto costerà esattamente questa trasferta istituzionale?»), in riferimento alla missione del baccalà nella patria del merluzzo, effettuata da una delegazione dell'ufficio di presidenza fra l'8 e il 12 marzo scorsi. Le cifre anticipate dai singoli partecipanti sono state rimborsate a ciascuno nel rispettivo statino mensile, ma ora si scopre il conto addebitato sulla carta di credito per le spese di rappresentanza: 782,95 euro. In tema sono poi i 1.900 liquidati per la digitalizzazione del Diario di viaggio di Pietro Querini, che secondo la tradizione introdusse lo stoccafisso in Italia dopo un naufragio al largo delle isole Lofoten, e gli 854 impegnati per il restauro di una stampa donata dalla regina di Norvegia ai vertici del Palazzo. Al capitolo esteri appartengono poi gli esborsi per la missione in Andalusia dell'ufficio di presidenza, dal 7 all'11 novembre, in occasione della sessione europea delle assemblee legislative: 629,59 euro per rappresentanza e 3.000 per prestazione di servizi. La recente ospitalità offerta alla delegazione dell'Onu, con annesso incontro sulle città inclusive, ne ha richiesti invece 5.120,90.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Dal baccalà alle tappezzerie, tutte le spese del Palazzo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-01-11 09:21:19
Prosegue l'aumento d'interesse per l'abolizione di tutte le Regioni (ordinarie, speciali e autonome), senza SE e senza MA
2018-01-11 12:53:12
meraviglie venete!
2018-01-11 09:24:28
I soldi per la "bella vita" dei politici (e per tutti gli altri sprechi) sono sempre disponibili ed in abbondanza mentre per le esigenze dei cittadini non ci sono o sono carenti!!!
2018-01-11 20:02:17
Caro sig. Dutchman, l'abolizione di tutte le Regioni, non è "niente". Se a lei fanno comodo le Regioni un motivo ci sarà, probabilmente lei è un funzionario che deve difendere il proprio mulino di parte. Qui però è in gioco il Paese e il debito pubblico che le Regioni hanno prodotto in questi 47 anni e che ha ingrippato pesantemente l'economia, portandoci velocemente verso il default.
2018-01-11 10:58:03
Cambiano gli attori ma la commedia è sempre quella.