Latorre, la moglie del marò chiede il divorzio: "Ha abbandonato i suoi tre figli"

Massimiliano Latorre
La moglie di Massimiliano Latorre ha chiesto il divorzio. Il marò accusato insieme al collega Salvatore Girone di aver ucciso per errore due pescatori al largo del Kerala poiché scambiati per pirati si troverà in settimana a fronteggiare l'udienza per il divorzio chiesto da Rosalba Ancona, madre di tre dei suoi quattro figli. 

LEGGI ANCHE ---> Giulia, la figlia di Massimiliano Latorre: "I Marò non sono eroi, abbiamo litigato"

"Ha quasi del tutto abbandonato i suoi figli. Non è venuto nemmeno al compleanno dei 18 anni della più grande. Ormai se ne disinteressa e non rispetta minimamente le decisioni del giudice", ha raccontato a Repubblica la donna sposata alla fine degli anni '90. Dalle sue parole emerge il ritratto di un padre distante, nonostante nel 2014 sia tornato in Italia in seguito all'ictus che lo ha colpito mentre era ancora in India. "Nessuno vuole mettere in dubbio il suo operato all’interno della Marina, ma come famiglia siamo distrutti. L’ultima volta che ha visto i suoi figli è stato lo scorso agosto: adesso forse li incontrerà qualche giorno per le vacanze di Natale. Ma hanno bisogno di un padre presente, che si occupi di loro", ha spiegato la signora Ancona, che ha anche parlato di minacce ed episodi di violenza per il quali aveva sporto denuncia salvo ritirarla in concomitanza con le accuse in India. 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 10 Dicembre 2017, 11:37






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Latorre, la moglie del marò chiede il divorzio: "Ha abbandonato i suoi tre figli"
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 39 commenti presenti
2017-12-13 12:52:06
Nessun pericolo imminente Gnampolo? Sbaglia!! Guardi che uno dei primi insegnamenti è che tutto ciò che non rispetta un alt è potenzialmente mortale! Poteva avere a bordo esplosivo! Ma abbia pazienza che dovevano fare? Guardare dall'alto di un dislivello di 35 mt il peschereccio in collisione e stare a vedere se esplodeva o se riuscivano ad abbordare con le corde? Come pericolo non imminente? Sappia che una nave militare e una petroliera montante militari non hanno protocolli differenti. Hanno solo governi diversi alle spalle.
2017-12-12 18:36:07
Gnampolo, le ha risposto RedFoxy per benino su molte questioni e non le ripeto...mi faccio comunque una domanda, un militare nell'esercizio delle sue funzioni oltre a non poter essere processato all'estero, e questo lo abbiamo già detto, ma che mi dice che ambedue sono stati in pratica sequestrati per oltre tre anni, senza che si sia formulato contro di loro nessun capo d'accusa, tra l'altro, ricattando lo stato italiano sequestrando un ambasciatore nel pieno delle sue funzioni. Come la chiama questa cosa??? Poi, e salto alla fine, ma parla sul serio quando lascia intendere che le missioni ufficiali di una nazione devono essere sotto l'ONU o la NATO? Va bene che la nostra sovranità è quella che è, ma caspita...erano sul suolo italiano, mica avevano invaso nessuno
2017-12-12 19:47:34
L'India ha fatto un atto di forza: il proprietario della nave ha ritenuto suo interesse accondiscendere alle richieste indiane...lasciando lo Stato Italiano - nella veste dei suoi militari - col cerino in mano. Quattro anni di cattivita', un centinaio di milioni di euro buttati, il prestigio internzaionale sotto i tacchi....ma i Marescialli vivi e liberi in Italia (anche se sconquassati in famiglia, purtroppo: ma questa e' un'altra storia).
2017-12-13 00:06:48
È trapelato che la nave e' stata condotta in porto sotto tiro da unità indiane. Poiche' l'ingaggio e' avvenuto in acque internazionali, India e Italia hanno subito convenuto una versione di comodo, ovvero che il comandante decise di rientrare in porto accogliendo un semplice invito via radio. La versione ufficiale permetteva all'India di evitare una pesante accusa e alimentava le speranze italiane per una "composizione" politica della vicenda. Purtroppo il tutto e' avvenuto a ridosso di una tornata elettorale indiana.
2017-12-13 14:06:04
Piereto d'accordo con lei su tutta la linea. Forse però il dramma non è tanto la tornata elettorale quando l'inettitudine italiana e l'inesistente senso di giustizia tipico del popolo italiano. Avrei tanto voluto vedere se fossero stati tedeschi, per esempio. Se fossero stati americani già so come andava a finire. Mutismo e rassegnazione.