Nadia Toffa, il mistero dello smalto sulle unghie nella foto dall'ospedale

PER APPROFONDIRE: le iene, mistero, nadia toffa, smalto, unghie
Nadia Toffa, il mistero dello smalto sulle unghie nella foto dall'ospedale
TRIESTE - Dietrologie e complotti ovunque, che non risparmiano niente e nessuno: gli italiani, sul web, nelle ultime ore hanno dato vita ad una lunga discussione sulla foto, postata da 'Le Iene' su Facebook, di Nadia Toffa dall'ospedale dove era stata ricoverata in codice rosso in seguito al malore accusato venerdì scorso a Trieste.



Il mistero ha interessato il quotidiano "Libero": nella foto si vede la mano di Nadia  che rassicura tutti facendo un segno di vittoria, e in molti hanno notato la presenza dello smalto sulle unghie. Per alcuni utenti, quello smalto sarebbe incompatibile con una risonanza magnetica e col ricovero e la degenza in ospedale, quindi c'è stato chi ha tenuto ad affermare di credere che quella foto non sia stata scattata  in ospedale. 

LEGGI ANCHE ---> NADIA TOFFA, BIAGIO ANTONACCI HA UN PENSIERO PER LEI CHE COMMUOVE TUTTI 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 6 Dicembre 2017, 12:40






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nadia Toffa, il mistero dello smalto sulle unghie nella foto dall'ospedale
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2017-12-07 10:55:06
Personalmente in pronto soccorso non ho mai visto le infermiere armate di acetone togliere lo smalto e nemmeno i radiologi...
2017-12-07 08:23:38
piuttosto, per cosa quel segno sul polpastrello dell'indice?
2017-12-07 11:38:11
Potrebbe essere una puntura che si fa solitamente sull'indice per esami del sangue molto rapidi che forniscono informazioni parziali...
2017-12-07 13:14:49
immaginavo. quindi la mano può essere la sua.
2017-12-07 21:20:26
E' molto probabile che quel segno sia l'esito di una micropuntura fatta per prelevare una piccola goccia di sangue. In caso di svenimento si può trattare di un collasso ipoglicemico pertanto di esegue una glicemia analizzando una piccola goccia di sangue. Gli apparecchi portatili sono dotati di una apposita "lancia" a scatto (monouso) che pratica un piccolo foro che si fa su un polpastrello delle dita della mano.