Popolare di Vicenza, la lista dei 100 grandi debitori

Crac della Popolare di Vicenza, la lista dei cento grandi debitori

di Valentina Errante e Sara Menafra

Due elenchi che fotografano il crollo di una realtà profondamente radicata nel territorio, quella della banca popolare di Vicenza, per anni cresciuta badando poco alle fragili fondamenta su cui provava a dare l'assalto alla grande finanza. Franata sotto il peso delle troppe volte in cui aveva chiuso un occhio per far contenti brand famosi, amici, imprenditori già indebitati o vip tentati dall'investimento d'azzardo. La lista delle più gravi sofferenze di Banca popolare di Vicenza, oltre a quella dei primi cento crediti incagliati, è tra gli atti che nelle prossime settimane saranno valutati dalla Commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche. Il totale arriva ad 1,199 miliardi per la prima e a 1,691 miliardi per la seconda anche se la cifra complessiva generata è, rispettivamente, di 5,6 e 4,2 miliardi.

ZAMPARINI E I CAMPIONI
Tra i crediti che hanno dato maggiori problemi alla banca ci sono quelli contratti da due società in qualche modo legate al mondo del calcio. Da un lato la Monte Grado Mare srl, del patron del Palermo calcio Maurizio Zamparini, insolvente per 59,3 milioni di euro. Monte Grado Mare era un progetto immobiliare turistico termale che avrebbe dovuto sorgere proprio nei pressi del porto di Grado, mai realizzato (Zamparini ha detto più volte di voler chiedere i danni per le lungaggini burocratiche che, a suo dire, avrebbero fatto fallire il progetto). Debito «incagliato» per la società Champions Re Srl, azienda immobiliare di proprietà di un gruppo di calciatori - Sebastian Giovinco, Vincenzo Iaquinta, Lorenzo Amoruso e Filippo Cristante - oltre ai procuratori sportivi Claudio e Luca Pasqualin: una società ancora attiva ma che ha avuto problemi finanziari e legali anche per il ruolo gestionale del padre di Iaquinta, Giuseppe, citato nell'inchiesta Aemilia (ruolo però sempre smentito dalla società)...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 14 Novembre 2017, 05:03






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Popolare di Vicenza, la lista dei 100 grandi debitori
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2017-11-14 13:01:26
Ambu'.....guarda che a forza di fare proposte intelligenti e di buon senso, in Sicilia, i tuoi compagni di merende stanno finendo tutti dentro Parti con le arance !!
2017-11-14 13:06:00
A parte che per far sparire i soldi da una banca si usano due tattiche, faccio comprare a un prezzo gonfiato qualcosa che non vale niente oppure presto soldi per un'attività che so già che fallirà volontariamente e non mi ripagherà il debito, la proposta che lei attribuisce ai 5 stelle, non è proprio farina del loro sacco, ma copia pari pari lo Glass-Steagall Act del '33, decreto che Clinton marito abrogò durante il suo mandato, chiaramente per aiutare i più poveri, scopo primario di ogni partito democratico...
2017-11-14 14:28:06
Gentile Gio2710 guardi che in banca non sono nati ieri, sono molto prudenti e guardinghi. Se lei vuole un fido, una somma di denaro, dopo le abituali e necessarie informazioni, le fanno firmare una fideiussione, se hanno dei dubbi le chiedono anche la garanzia fideiussoria di un Terzo: amici, parenti, Consorzio. Se l’importo è di una certa importanza, oltre alla fideiussione sua, degli amici, parenti e di un Consorzio, le chiedono anche l’ipoteca di qualche immobile. Se hanno fondati sospetti di solvibilità lo invitano con molta cortesia ad accomodarsi da qualche altra parte.
2017-11-14 15:25:10
figurarsi poi in caso di sospetti di insolvibilita' !!!!!!
2017-11-14 11:22:10
intanto Zonin se la ride HAHAHAHAHAHA!!!...