Punta la pistola e sequestra madre e figlia nel parcheggio del Valecenter

PER APPROFONDIRE: auto, fuga, sequestro, valecenter
Punta la pistola e sequestra madre e figlia nel parcheggio del Valecenter
MARCON - E' caccia all'uomo che in tarda mattinata nel parcheggio del Valecenter a Marcon, sotto la minaccia di una pistola, ha preso in ostaggio una madre 55enne  e la  figlia di 27 anni, sorprendendole nella loro auto mentre stavano salendo dopo aver fatto la spesa. Da quanto ricostruito, l'uomo molto probabilmente italiano, ha puntato l'arma contro la donna dicendole di stare tranquilla perché voleva solo allontanarsi dal posto e che quindi se lei ubbidiva non avrebbe fatto del male a nessuno.

La conducente, terrorizzata, ha ubbidito implorando di avere pietà: l'incubo per mamme e figlia è durato poco più di una decina di chilometri o poco più. Il delinquente infatti ha fatto scendere entrambe nel centro di Casale sul Sile, in provincia di Treviso e ha proseguito la sua fuga al  volante della Kia Picanto di colore blu, non prima di essersi fatto consegnare portafoglio e bancomat dalla donna. A dare l'allarme è stata lei stessa che ha chiamato i carabinieri.

La nota di rintraccio dell'auto è stata diramata anche oltre regione, fornendo numero di targa e dicendo che la vettura è danneggiata su una fiancata.

I particolari sul Gazzettino in edicola il 12 settembre

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 11 Settembre 2017, 15:06






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Punta la pistola e sequestra madre e figlia nel parcheggio del Valecenter
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 22 commenti presenti
2017-09-11 17:10:21
quantificare prego, altrimenti trattasi di puro qualunquismo.
2017-09-11 17:06:26
ordine e sicurezza pubblica regnano indisturbati
2017-09-11 16:46:32
@ garden47 2017-09-11 15:40:17 i malavitosi nostrani non fanno notizia come quelli importati perchè purtroppo i nostrani bisogna tenerceli, quelli importati ci si lamenta perchè si potrebbe rispedirli da dove son arrivati o no? poi cmq se ne può discutere sulla mancanza di pene certe per chi compie reati.-
2017-09-11 20:25:39
ma dov'è il problema, è tutto normale, in un paese dove i carabinieri sono degli stupratori seriali e i preti dei pedofili recidivi, i richiedenti asilo la feccia peggiore del farwest, ma dai cosa vuoi che sia un rapimento al carefour, è tutto normale, l'italia è questa e sarà meglio abituarsi.
2017-09-11 20:51:34
ooohhh finalmente un italiano era tanto che non ne sentivamo parlare