Milano, ubriaco e al cellulare tampona e uccide 31enne avvocato in Mini: arrestato

PER APPROFONDIRE: incidente stradale, milano
Ubriaco e al cellulare tampona e uccide 31enne in Mini /Foto choc
Non solo guidava in stato di ebbrezza ma si era distratto per guardare il cellulare. Così ha provocato l'incidente stradale nel quale ieri a Milano è morto un avvocato di 31 anni che era fermo al semaforo a bordo della sua Mini d'epoca. Con l'accusa di omicidio stradale aggravato, il pm di Milano Sara Arduini ha chiesto la convalida dell'arresto e la misura della custodia cautelare in carcere per un peruviano di 34 anni che a Milano, al volante di un van, ha tamponato a velocità sostenuta una Mini Cooper d'epoca ferma al semaforo rosso uccidendo un avvocato di 31 anni.
 
 

Lo schianto è avvenuto alle 8.45 di ieri in via Virgilio Ferrari, all'angolo con via Campazzino, nella zona sud della città, al limitare della periferia. L'auto della vittima, Luca Andrea Latella, un 31enne di Milano, era ferma al semaforo in attesa del verde per poter attraversare l'incrocio. All'improvviso la seconda auto, che pare viaggiasse a velocità sostenuta, l'ha travolta: il conducente della Mini è morto sul colpo per le gravi ferite riportate. 

Luca Andrea Latella, laurea in Bocconi, legale all'Eni, è morto per le gravi ferite riportate nell'urto. Il peruviano, risultato positivo all'alcol test (1.5 è il tasso rilevato) è stato prima portato a Niguarda per essere medicato, poi a San Vittore. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 12 Agosto 2017, 13:28






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Milano, ubriaco e al cellulare tampona e uccide 31enne avvocato in Mini: arrestato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2017-08-12 16:38:53
alle 8 e mezza con 1.5 di alcol, dove andava così di corsa? a lavorare per pagarci la pensione?
2017-08-12 19:18:22
Vediamo!...., ma nella sua geografia mentale i peruviani dove si collocano? Giusto perché è bene che qualcuno glielo dica, guardi che se non è un marinaio, dal Perù ci è arrivato tranquillamente in aereo con un semplice biglietto turistico o con un permesso di soggiorno per lavoro, col barcone certamente no, ma magari siccome "i peruviani i xe un fià scuroti" ...... butta dentro el calderon che tuto fa brodo.......
2017-08-12 19:52:45
Hai un figlio...bravo ragazzo...fai sacrifici per farlo studiare e poi...puf...un alcolizzato recidivo...la feccia della societa'...te lo porta via in un secondo...da impazzire...ricordo la mamma di Torri di Quartesolo che dopo che un drogato che andava in contromano le ha ammazzato il figlio di 24 anni...2 giorni dopo si e' suicidata....30 anni di galera bisogna dare a questi delinquenti...tanto poi se ne fanno 15 con le leggi del menga che abbiamo... Povero ragazzo...RIP....
2017-08-12 17:38:27
Perché dobbiamo farci massacrare dalla feccia del mondo? Datemi un solo motivo che non siano le tangenti che si beccano le onlus, le ong e le coop!
2017-08-13 11:04:20
Certo come ho fatto io in Olanda negli anni 60 del secolo scorso e altri milioni di italianissimi miei connazionali duri e puri veneti e italianissimi,in Francia,In germania,Negli USA.Fino a 50 anni fa i peruviani eravamo noi,se non eravamo amici di qualche amico del sindacalista o politico di turno