Furti: parte il controllo di vicinato per contrastare il fenomeno

Furti: parte il controllo di vicinato  per contrastare il fenomeno
PIEVE - Dopo mesi di preparazione questa sera, alle 20.30 in municipio a Pieve di Cadore, sarà  presentato il progetto di controllo di vicinato. Una soluzione alla raffica di furti avvenuto nello scorso autunno-inverno in tutto il Cadore, non solo a Pieve.
In particolare venne colpita la frazione di Pozzale dove i cittadini si erano organizzati autonomamente effettuato delle ronde serali e notturne. Ma ora si passa ad una soluzione istituzionale, di maggior garanzia per tutti.
L'amministrazione comunale, ancora a metà marzo, aveva sottoscritto un protocollo d'intesa con la Prefettura per avviare il controllo di vicinato. Si tratta di un progetto importante per la comunità  perché è uno strumento di prevenzione dei reati predatori che presuppone la partecipazione attiva dei cittadini e la cooperazione con le forze di polizia; è anche un metodo per recuperare le regole del buon vicinato e promuovere la coesione sociale assicura il sindaco Maria Antonia Ciotti. Il controllo si concretizza in un'attenta sorveglianza da parte dei cittadini con la possibilità di comunicare fatti e circostanze sospette alla polizia locale ed alle forze dell'ordine che verificheranno poi le segnalazioni pervenute.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 21 Aprile 2017, 05:01






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Furti: parte il controllo di vicinato per contrastare il fenomeno
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2017-04-21 12:40:41
Quando uno Stato italiano favoreggia i criminali, allora significa che dobbiamo arrangiarci da soli.Quando lo stato non arriva a contrastare il fenomeno della criminalità, arrivano i cittadini italiani in stato civile con o senza lo Stato Italiano.
2017-04-22 09:29:17
Risposta a bellunensis2000. Se gli attuali giudici sono a favore dei criminali, la giustizia prima o poi la farà il popolo italiano come si faceva in passato.
2017-04-21 19:05:34
Che ridere!!! Tra un po' il cittadino farà pure il giudice??