Manovra: da Airbnb alle multe ai "portoghesi", ecco la bozza

PER APPROFONDIRE: manovra
Manovra, da Airbnb alle maxi-multe  fino alla tassa sulla fortuna: bozza
Dalla lotta all'evasione alla Ryder Cup, dal trasporto pubblico locale all'operazione Anas-Fs, dalla ricostruzione post-sisma fino alla costruzione di nuovi stadi. La manovrina in arrivo probabilmente domani in Gazzetta Ufficiale si annuncia come un decreto omnibus, che, in base all'ultima bozza consta di 68 articoli sulle materie più varie. Confermata la correzione dei conti pubblici per 3,4 miliardi a cui si sommano interventi pro-imprese e misure per gli enti locali.

RADDOPPIA LA TASSA SULLA FORTUNA
Raddoppia al 12% la «tassa sulla fortuna», mentre sale dal 6% all'8% il prelievo sulle vincite al Lotto. La tassa al 12% riguarda le vincite sopra i 500 euro e scatterà a partire dal primo ottobre 2017. Il Preu (prelievo erariale unico sulle slot) passa al 19%, mentre quello sulle videolotteries è fissato al 6%. Non compare invece l'anticipazione delle gare per la concessione del Lotto e dei Gratta e Vinci.

MAXI-MULTE PER I "PORTOGHESI"
Rimane nell'ultima bozza della manovra la norma che prevede maximulte fino a 200 euro per chi prende l'autobus senza biglietto. Secondo il testo ancora non definitivo i gestori dei servizi di trasporto pubblico possono inoltre «affidare prevenzione, accertamento e contestazione delle violazioni alle norme di viaggio anche a soggetti non appartenenti agli organici, qualificabili come agenti accertatori». Le rilevazioni dei sistemi di video sorveglianza presenti a bordo e alle fermata possono essere utilizzati come mezzo di prova
».

CASE VACANZA E AIRBNB
Scatteranno dal primo giugno le nuove regole sulla cedolare sugli 'affitti brevi' che riguarderà sia le case vacanze, sia gli immobili affittati tramite portali come Booking e AirBnb. La norma conferma l'aliquota al 21% (opzionale) ma stabilisce che i soggetti che esercitano l'attività di intermediazione, agenzie immobiliari o portali online, agiscano da sostituti d'imposta trattenendo le tasse da pagare. In caso di irregolarità nella comunicazione dei contratti è prevista una multa fino a 2.000 euro.

COMUNI, ARRIVANO ASSUNZIONI CON LO SPONSOR
Arriva per i Comuni la possibilità di fare assunzioni, a tempo determinato di tipo stagionale, se a pagare il costo sarà «interamente» uno sponsor o un accordo di collaborazione con un soggetto privato. La norma, in deroga al blocco delle assunzioni, prevede che le assunzioni siano finalizzate solo a servizi aggiuntivi rispetto a quelli ordinari. Le procedure per assumere dovranno essere «di natura concorsuale ad evidenza pubblica».

ANAS CON FS,+20% INVESTIMENTI IN 2 ANNI
Nozze in vista per Anas e Fs, con l'impegno ad aumentare gli investimenti del 10% nel 2017 e di altrettanto nel 2018. È quanto prevede un articolo della bozza che autorizza il ministero dell'Economia, nel rispetto delle normative europee, a trasferire le azioni di Anas alle Ferrovie dello Stato, attraverso un aumento di capitale. L'obiettivo è il rilancio degli investimenti del settore attraverso una gestione integrata delle reti ferroviarie e stradali di interessa nazionale.


NORMA PRO-ALITALIA
«Al fine di favorire le attività di investimento nel settore dei trasporti, funzionali al consolidamento e sviluppo dei relativi servizi, anche tramite la attrazione di investimenti esteri, il Ministero dell'Economia e delle Finanze è autorizzato a deliberare e sottoscrivere, anche in più soluzioni, un aumento del capitale sociale di Invitalia, nella misura massima di 300 milioni di euro nell'anno 2017». Si legge nell'ultima bozza della manovrina. L'aumento dovrebbe consentire alla controllata del Tesoro di fornire garanzia pubblica ad Alitalia.

STOP IMU-TASI SU PIATTAFORME OFF SHORE
Niente Imu-Tasi e nemmeno Ici sulle piattaforme off shore, le cosiddette trivelle, che ricadono nel cosiddetto «mare territoriale». La norma, di fatto interpretiva, prevede che «non rientrano nel presupposto impositivo dell'imposta comunale sugli immobili (Ici, dell'imposta municipale propria (Imu) e del tributo per i servizi indivisibili (Tasi), le costruzioni ubicate nel mare territoriale, in quanto non costituiscono fabbricati iscritti o iscrivibili nel catasto fabbricati».

LE ACCISE SUI TABACCHI
Il riordino delle accise sui tabacchi farà incassare allo Stato 83 milioni nel 2017 e 125 milioni a regime dal 2018. È il contributo del settore alla correzione dei conti della manovrina di aprile. I tempi del riordino sono fissati in 30 giorni dall'entrata in vigore del decreto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 20 Aprile 2017, 20:06






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Manovra: da Airbnb alle multe ai "portoghesi", ecco la bozza
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-04-21 11:04:16
Gli "scienziati" che governano abusivamente questo straccio di paese continuano imperterriti, certificando ulteriormente la propria ottusità, ad applicare politiche adatte ad impoverire piuttosto che a sostenere eventuali slanci imprenditoriali.
2017-04-21 14:17:37
Avevamo capito (indubbiamente male) che questa nazione gravata di imposte oltre ogni limite profittevole e logico non avrebbe visto alcun aumento fiscale (degli auspicati e opportuni tagli non un cenno). Forse l'IRPEF non è stata aumentata, ma tanto altro sì, a livello sia nazionale sia locale. La classe dirigente, che non ha alcun vero talento dirigenziale, non ascolta nessuno, neppure i massimi esperti che da lungo tempo esortano a tagli di imposte per motivi ormai ovvi anche a uno sprovveduto mortale. E l'industria, il commercio e la popolazione cadono in depressione materiale e morale, persino oltre lo scontento, entrando in un circolo vizioso di accettazione (inevitabilmente) passiva, di frustrazione e di inerzia.
2017-04-21 17:46:19
Quell'evasione Ryder Cup che significa? Non conosco l'inglese e mando a quel paese chi vuole parlarmi quella lingua.Sono italiano e basta. Censuratemi pure,ma è vergognoso che ogni legge,circolare o altro sia definita con termini inglesi da questi signori,i quali se vanno a Londra,vengono presi con un bel scroscio di risata per il loro inglese,se non tutti ma in buona parte.Ho le palle piene di questo sistema...per me una qualsiasi norma scritta in lingua diversa dall'italiano non la posso osservare non essendo obbligato a conoscere l'inglese o altra lingua. Censuratemi così pregherò anche per voi,da buon Cristino!
2017-04-21 07:12:29
Addio vecchi tempi in cui la casa vacanze si trovava on the road e si contrattava a parola.Ora ci si deve rivolgere ad agenzie.Speriamo che l'aumento di affitto che certamente si riversera' sui prezzi, sia controbilanciato da servizi controllati e certificati.Infatti con il pagamento in contanti ..si trovavano autentiche bidonate..specie su letti lerci e sfondati,fornelli con canna crepata..impianti elettrici antidiluviani.