Tenta di violentarla mentre fa jogging, fermato profugo nigeriano di 26 anni

PER APPROFONDIRE: arresto, bagnoli, nigeriano, padova, profughi, violenza
Il nigeriano arrestato
PADOVA - Un migrante 26enne di nazionalità nigeriana, O. J.,  stato sottoposto a fermo di polizia dai carabinieri di Padova per l'aggressione a scopo sessuale, tre giorni fa, a una donna che stava facendo jogging.

L'immigrato, ospite del centro di accoglienza per richiedenti asilo di Bagnoli (Padova), è accusato di aggressione e tentata violenza sessuale. La donna, com'è noto, è stata aggredita intorno alle 20 di venerdì scorso, proprio nei pressi del centro di Bagnoli da un uomo dal quale è poi riuscita a divincolarsi e a fuggire, chiedendo aiuto. Il nigeriano è stato ammanettato nel centro di accoglienza.

SOSPETTATO DI UN'ALTRA AGGRESSIONE
È sospettato di aver tentato un'altra aggressione a sfondo sessuale il nigeriano sottoposto a fermo di polizia giudiziaria dai carabinieri di Padova. Ed è stato proprio svolgendo indagini sul primo episodio, avvenuto sempre nei pressi del centro di Bagnoli il 16 febbraio scorso ai danni di una giovane di 21 anni che i militari dell'Arma sono arrivato all'indagato. Il nigeriano era arrivato al centro padovano lo scorso luglio. Non aveva precedenti penali. Nel primo caso il pm che ha coordinato le indagini è Daniela Randolo, nel secondo Giorgio Falcone. Quando è stato ammanettato l'immigrato, ha detto un investigatore, «è apparso  tranquillo».



 

ZAIA: «SE COLPEVOLE VA SPEDITO IN NIGERIA»
​«Bravi i carabinieri per la tempestività. Ora questo signore, se confermato colpevole, va spedito a scontare la pena in Nigeria. Parlano tanto di accordi bilaterali, ebbene questo è il classico caso in cui l'accordo serve»  commenta il governatore veneto Luca Zaia.


 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 20 Marzo 2017, 16:12






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Tenta di violentarla mentre fa jogging, fermato profugo nigeriano di 26 anni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 28 commenti presenti
2017-03-20 16:27:19
Alle belle anime che trovano delle attenuanti, chiedo, e se la vittima fosse vostra figlia o vostra nipote o bisnipote ? Ragionereste allo stesso modo?
2017-03-20 18:52:06
Basta dire che scappano da guerre e fame , questi scendono dagli alberi e vengono in Europa , con la complicità di navi e politici arrivano ancora più velocemente nel nostro paese , peccato che così velocemente non ritornino in Africa quando delinquono oppure aggrediscono le nostre donne , strano che i nostri politici non si scompongano mai davanti alle aggressioni nei nostri riguardi, però basta una parola contro un profugo e si mobilita il mondo buonista a dare del razzista !
2017-03-20 19:04:31
Gli daranno foglio di via e lo rimetteranno in strada, lui ovviamente non andrà via e ritornerà a delinquere, probabilmente spacciando, copione gia visto.
2017-03-20 16:43:46
E dopo averlo fermato? forse lo trasferiscono in un'altro sito dove puo' tranquillamente tentare di stuprare qualche altra Infedele come gli insegnano gli Imam.
2017-03-20 17:46:55
Complimenti ai Carabinieri per aver in poco tempo individuato l'aggressore... spero che dopo la condanna questa risorsa sia rispedita alle origini