Brexit al via il 29 marzo: la Gran Bretagna attiverà l'art. 50

PER APPROFONDIRE: brexit, ue
May
Il meccanismo di avvio della Brexit scatterà il 29 marzo. Lo annuncia Downing Street, secondo la stampa britannica. Per quella data la Gran Bretagna avvierà quindi l'iter per l'uscita dalla Ue decisa con il referendum del 23 giugno 2016. 

Il governo di Theresa May invocherà l'articolo 50 del trattato di Lisbona il quale prevede appunto che ogni stato membro può decidere di ritirarsi dall’Unione europea conformemente alle sue norme costituzionali. I negoziatori hanno due anni a disposizione dalla data in cui viene chiesta l’applicazione dell’articolo 50 per concludere un accordo, ma questo termine può essere esteso. Se in un momento successivo lo stato che ha lasciato l’Unione vuole rientrarvi deve ricominciare le procedure di ammissione. 

È stato l'ambasciatore britannico a Bruxelles, Sir Tim Barrow, ad informare l'ufficio del presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, della data scelta da Theresa May. L'iter prevede la notifica ufficiale all'Ue tramite una lettera firmata dal primo ministro con la quale si dichiara l'intenzione della Gran Bretagna di uscire dall'Unione avviando quindi un negoziato della durata di due anni. «Siamo all'inizio del più importante negoziato per il Regno Unito nell'arco di una generazione», ha affermato in una nota il ministro per la Brexit, David Davis.

La notifica il 29 marzo dell'intenzione di Londra di uscire dall'Ue non rovinerà il summit di Roma e le celebrazioni per i 60 anni dei Trattati, ha detto Angela Merkel oggi ad Hannover a margine della fiera Cebit, come riportato dall'Ap. Secondo Merkel, May aveva sempre indicato la fine di marzo come data per la notifica della Brexit e «non fa alcuna differenza se la notifica arriva un giorno prima o tre o sette giorni dopo». Per la cancelliera l'attenzione su cui dovrà focalizzarsi l'Ue è lavorare sulla Brexit e «rafforzare la cooperazione fra gli altri 27 membri».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 20 Marzo 2017, 12:42






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Brexit al via il 29 marzo: la Gran Bretagna attiverà l'art. 50
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2017-03-20 18:28:10
tutto vero cio che ha detto su Charles de Gaulle, ma ha avuto tempo di studiarli per bene.
2017-03-20 16:16:21
Spero che Padoan non speri in un comportam, ento civile dalla GB, cercheranno di prendere il piu che possono, fateli pagare duro per lo sbaglio che hanno fatto, ricordategli solo un nome charles de gaulle.
2017-03-20 14:43:26
Il gioco dei tre barattoli (a cui neppure gli infanti credono), non sono mai entrati in Ue e non vogliono uscirne
2017-03-21 05:06:46
Per altri due anni (e forse più) canterà il cuculo sul nido che non lascerà
2017-03-20 15:07:45
L'Europa vale nel mondo se è unita , tutte le nazioni dovevano dare il meglio dei politici per organizzare un parlamento capace di uniformare le leggi , una classe dirigente in grado di organizzare fabbriche competitive , mercati e merci in grado di assicurare il compenso alle spese per le materie di importazione , una educazione comune per popoli che dovrebbero sentirsi un popolo solo .Praticamente il contrario di quanto avviene attualmente , governati da ex che di politica stando ai risultati valgono zero tondo . L'Inghilterra negli ultimi sessanta anni ha camminato come i gamberi : avevano e governavano per loro interesse mezzo mondo , oggi mi sembra che siano isolati nella loro isola , hanno contrasti interni con l'Irlanda del nord , con la Scozia e con molti ex partner pertanto a quando il crollo del Regno Unito ? Si vogliono ritirare dalla Europa Unita che unita non è mai stata per gli interessi dei signorotti che amministrano per le loro tasche come si vede a chiare lettere oggi . In ogni caso buon viaggio e vedremo a breve che indiranno altro referendum per il rientro in Europa compresa lo loro lira sterlina .