Riprendere le Maserati dall'alto? Con i droni dell'Ipsia è uno scherzo

I droni per riprendere le Maserati: alta tecnologia all'opera nell'asolano. Ci sono dunque anche gli studenti dell'ultimo anno dell'Ipsia di Castelfranco coordinati dal professor Pauletto con i loro droni ad Asolo in occasione della presentazione ufficiale dell'ultimo gioiello della casa modenese e cioè la Quattroporte diesel, in corso di svolgimento ad Asolo con quartier generale all'albergo Al sole fino a stasera. Gli studenti "scienziati" nei loro sofisticati droni hanno installato delle nuove camere e hanno effettuato delle riprese aeree delle nuovissime auto sia in movimento nella zona della Villa palladiana di Maser sia nel borgo asolano. Il materiale raccolto servirà per realizzare una registrazione video tridimensionale e delle foto. «Questo lavoro ci permette di sperimentare le nuove camere installate sui droni» ha spiegato Pauletto. Infatti la presenza nell'asolano di questa importante iniziativa motoristica consente agli studenti di sperimentare nuove forme di utilizzo degli strumenti, ma anche di tarare l'efficenza degli apparecchi che, come è giù stato più volte illustrato, serviranno per svolgere mansioni meno "frivole": ad esempio trasportare e recapitare medicinali.
Intanto sul fronte Maserati sono iniziate le prove offerte a giornalisti provenienti da tutta Europa e invitati di lusso, che hanno così modo di provare un'auto "spaziale" in un ambiente, quello asolano, che ha pochi eguali al mondo.

Domenica 13 Aprile 2014, 05:11






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Riprendere le Maserati dall'alto? Con i droni dell'Ipsia è uno scherzo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER