Migranti respinti in Francia, Castaner: «Parlerò con Salvini, senza cooperazione non c'è soluzione»

PER APPROFONDIRE: francia, italia, migranti
Migranti respinti in Francia, Castaner: «Parlerò con Salvini, senza cooperazione non c'è soluzione»
«Non c'è solzuione senza cooperazione». Il ministro dell'Interno francese, Christophe Castaner, ha annunciato a Le Journal du Dimanche di voler «discutere prossimamente con gli omologhi europei, compreso Salvini» della questione migranti e dei respingimenti alla frontiera tra Francia e Italia. Sulla decisione italiana di inviare agenti di polizia per bloccare i migranti rispediti dalla Francia in Italia a Claviere, Castaner ha detto: «Non ci può essere soluzione senza cooperazione. Le decisioni unilaterali non possono farci fare passi avanti».

Intanto nelle prossime ore i funzionari della direzione centrale dell'immigrazione e della polizia delle frontiere (Dipartimento della pubblica sicurezza) saranno a Claviere per verificare la situazione dopo i recenti episodi di sconfinamento. Lo si apprende da fonti del Viminale.

LEGGI ANCHE Migranti al confine Italia-Francia, Salvini: da oggi polizia presidierà. Parigi chiede un incontro tra polizie

«Oggi, nella maggior parte delle zone di frontiera, la cooperazione con la polizia italiana funziona bene»: lo ha detto il ministro dell'Interno francese, Christophe Castaner, intervistato da Le Journal du Dimanche. «Non contate su di me - ha aggiunto il ministro - per aggiungere polemica a polemica. La cosa più importante è che i nostri rispettivi responsabili della polizia si incontrino per rafforzare il coordinamento».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 21 Ottobre 2018, 10:06






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Migranti respinti in Francia, Castaner: «Parlerò con Salvini, senza cooperazione non c'è soluzione»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
  • https://statics.cedscdn.it/photos/PANORAMA_MED/07/00/4050700_2020_thumbnail_1666915.jpg
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2018-10-23 23:34:46
.....sempre sostenuto...i paesi piu' colonialisti,cioe',quelli che li hanno spremuti come limoni....ora fanno i difficili ad acciglierli....e ce li rifilano.....!....ma anche alla TV italiana trasmette documentari pietosi per inviare soldi ad ospedali nell'africa francese o inglese....mai visto nelle loro televisioni...!
2018-10-22 06:32:58
più passa il tempo e meno sopporto stì francesi...pensano sempre di farci fessi e fare i propri interessi
2018-10-21 22:04:06
... ve li siete andati a prendere. ve li tenete.. il loro ragionamento è logico e razionale.. tutta l'europa del nord dovrebbe fare altrettanto.. tutti in vaticano e quirinale all'inizio.. con calma tre o quattro a testa a tutti i progressisti e pie donne globaliste..
2018-10-21 17:55:01
Come suol dirsi: “ menare il can per l’aia”, “ tra il dire ed il fare, ci ta di mezzo il mare”.... è così via....
2018-10-21 12:35:38
Pretesti e provocazioni controil nuovo capro espiatorio: la gendarmerie.