Spread in rialzo dopo la bozza di contratto Lega-M5S. Vola il prezzo della benzina, mai così alto dal 2015. I consumatori: «Nas ai distributori»

PER APPROFONDIRE: aumenti, benzina, gasolio, petrolio, verde
Spread in rialzo dopo la bozza di contratto Lega-M5S. Vola il prezzo della benzina, mai così alto dal 2015. I consumatori: «Nas ai distributori»
mercati reagiscono con qualche segnale di preoccupazione alla bozza del contratto Lega-M5s che prevedeva un'uscita dell'Italia dall'euro, bollata subito come superata, mentre le due forze politiche continuano a lavorare alla formazione di un nuovo governo. 

Piazza Affari fanalino di coda in Europa, con il Ftse Mib che cede lo 0,47% mentre gli altri listini si mantengono poco sopra la parità. Anche i Btp vanno peggio degli altri bond governativi, con lo spread sulla Germania che si allarga di 7 punti base a 137 e il rendimento del decennale che si mantiene a ridosso del 2%. 

BENZINA ALLE STELLE
Benzina alle stelle dopo il rialzo dei prezzi del petrolio: il prezzo medio è tornato  sopra quota 1,6 euro, portandosi a 1,606, ai massimi dal luglio 2015. E i consumatori gridano alla speculazione, invocando l'invio dei carabinieri dei Nas ai distributori. Anche le associazioni degli agricoltori lanciano l'Sos sull'effetto a valanga che l'aumento del prezzo dei carburanti avrà sull'85% dei prodotti.

Quotidiano energia, che spacchetta i vari dati su cui viene calcolata la media, indica che oggi in modalità self la benzina costa in media 1,615, mentre in modalità servito la media è pari a 1,739 euro al litro. Stando alla tabella del Mise, il gasolio ha toccato quota 1,483 euro al litro nel prezzo medio, ai massimi, in questo caso, dal giugno 2015. Per quanto riguarda i movimenti specifici registrati oggi da Quotidiano Energia, ad aumentare i prezzi raccomandati di benzina e diesel sono IP, Italiana Petroli e Q8 (+1 cent su entrambi i carburanti), mentre Tamoil è salita nuovamente di 1 centesimo sul diesel. Sul territorio, quindi, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è pari a 1,615 euro, con i diversi marchi che vanno da 1,615 a 1,629 euro (no-logo a 1,592). Il prezzo medio praticato del diesel è a 1,487 euro, con le compagnie che passano da 1,486 a 1,509 euro (no-logo a 1,466). Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,739 euro al litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,716 a 1,801 euro (no-logo a 1,632), mentre per il diesel la media è a 1,614 euro, con i punti vendita delle compagnie da 1,599 a 1,673 euro (no-logo a 1,507). Il Gpl, infine, va da 0,631 a 0,657 euro (no-logo a 0,623). 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 16 Maggio 2018, 12:17






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Spread in rialzo dopo la bozza di contratto Lega-M5S. Vola il prezzo della benzina, mai così alto dal 2015. I consumatori: «Nas ai distributori»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 43 commenti presenti
2018-05-17 12:38:45
... meglio appiedati che schiavi..
2018-05-17 08:50:33
Invece che dire "i mercati che reagiscono", che non significa nulla, perché i mercati non sono esseri viventi o sostanze chimiche, quindi non possono reagire ad impulsi, diciamo la verità: coloro i quali possiedono il potere economico, i miliardari insomma, vedendo minacciata la propria ricchezza o la propria aspettativa di incrementarla ulteriormente con un Italia con un governo di vero cambiamento, reagiscono male...così ha più senso.
2018-05-16 21:51:49
Esatto viviamo in uno Stato ladro, siamo invidiati solo per il patrimonio artistico e per il buon cibo, ma in quanto a Governi ladri e corruzione politica nei vertici istituzionali non siamo secondi a certi paesi cosiddetti del terzo mondo
2018-05-16 19:21:48
lo spread dopo i fagioli
2018-05-16 19:18:03
Per dare la colpa a qualcosa o a qualcuno, bisogna che prima si mettano all'opera, fin'ora siamo dentro i parametri, se si decideranno a fare sto governo, tra un anno, se le cose miglioreranno vorrà dire che stanno governando bene, una cosa è certa che possono tirarla a lungo quanto vogliono ma i mercati non aspettano loro , ne aprofittano per fare maggiori profitti.