Fmi critica il reddito di cittadinanza. Di Maio: «Critiche da chi ha affamato i popoli»

PER APPROFONDIRE: fmi, italia, pil, recessione
Fmi critica il reddito di cittadinanza. Di Maio: «Critiche da chi ha affamato i popoli»
Non solo il fantasma della recessione, ma anche rischio contagio globale dovuto alla situazione italiana. È quanto si legge nello staff report per l'Article IV del Fmi sull'Italia, datato 18 dicembre 2018. Le debolezze strutturali dell'Italia sono alla base della perfomance economica del Belpaese, per il quale «i rischi sono significativi e sono al ribasso». In caso di un acuto stress dell'Italia l'effetto contagio potrebbe essere globale e significativo. «Uno stress acuto in Italia potrebbe spingere i mercati globali in territori inesplorati».



Se le pressioni sull'Italia dovessero accentuarsi potrebbero esserci «ricadute globali e significative» attraverso «una maggiore avversione al rischio a livello mondiale e il riprezzamento delle attività più a rischio». È l'allarme lanciato dal Fondo Monetario Internazionale, nel rapporto annuale sull'Italia in cui si riconosce come finora il contagio «è stato contenuto». Ma un'accentuazione dei problemi dell'Italia «potrebbe spingere i mercati globali in un territorio inesplorato».

Un evento scatenante, si sottolinea, potrebbe essere un eventuale «downgrade senza precedenti a livello 'spazzaturà » dei titoli di un emittente sovrano molto grande, come appunto il nostro paese. Il Fondo segnala come, dal momento che il debito italiano è detenuto da molte istituzioni a livello globale «potrebbe verificarsi un'inversione ampia dei flussi di portafoglio, anche sui mercati emergenti e l'impatto potrebbe essere ampio all'interno dell'area dell'euro». infatti, si ricorda, «le banche francesi, spagnole, portoghesi e belghe hanno esposizioni considerevoli in Italia mentre le filiali di banche italiane sono di importanza sistemica in alcuni paesi dell'Europa centrale e orientale come la Croazia e la Serbia».


Allerta anche per quanto riguarda il reddito di cittadinanza:  Le autorità italiane «dovranno valutare la transizione dal REI al reddito di cittadinanza» tenuto conto che «vista la forte evasione fiscale e le dimensioni dell'economia sommersa, sarà necessaria una grande attenzione per garantire» la corretta destinazione degli incentivi. Nel documento si ricorda come al Reddito sia destinata una quota pari allo 0,5% del Pil ma si segnala anche i pericoli legati a un elevato livello di partecipazione ma anche al fatto che alcuni beneficiari potrebbero cercare di combinare i benefici con il lavoro in nero. Senza contare che un forte impatto sul reddito «con benefici generosi, potrebbe anche spingere i lavoratori a basso reddito a smettere di cercare un'occupazione» con una ricaduta «nella trappola della povertà».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 6 Febbraio 2019, 17:37






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Fmi critica il reddito di cittadinanza. Di Maio: «Critiche da chi ha affamato i popoli»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2019-02-08 15:53:00
reddito di cittadinnza,pensioni minime portate a 780euri sono + di tanti stipendi presi dai giovani , lavoratori che devono avere anche un auto recarsi sul posto di lavoro, collegamenti pubblici non ci sono x chi lavora nei turni
2019-02-07 19:38:42
Che panzane dice Luigi Di Maio? Glielo chiarisco io, dal ca il 2000, l'economia mondiale ha CREATO un surplus di ca 1 MILIARDO di posti di lavoro e quindi ha sollevato dalla poverta' un enorme numero di persone-- soprattutto nei Paesi NON-Occidentali; mentre si sono create delle sacche di persone al limite o sotto la poverta' nei Paesi Occidentali (da qui il "sovranismo"). Conclusione: DATI alla mano, questo Luigi Di Maio SBAGLIA CLAMOROSAMENTE......ed il REDDITO DA LAVORO, L.D.M. COSA FA LEI per il reddito da LAVORO? perche' dovunque c'e' stato un programma di Reddito di Cittadinanza (per esempio a Livorno) e' stato un INSUCCESSO? Altri esperimenti simili in Europa sono risultati in un grande INsuccesso. DOVE e perche' c'e' stato un successo? Ci saranno un numero enorme (ca il 20 percento) di persone che accederanno ai soldi del Reddito di Cittadinanza. CHI e quando controllera'? Succedera' come nell'ABUSIVISMO che le stesse autorita' LOCALI aiutano o sono gli ABUSIVI? ci sono dei controlli inseriti nel programma? Spero di si'. E' anche vero, pero', che NESSUNA autorita' di ogni Paese fa NULLA o quasi per disinnescare la "bomba demografica" che qualcuno qui osserva e commenta.....e non si parla ancora di AUTOMAZIONE che prevarra' molto presto.
2019-02-07 15:28:50
"Critiche da chi ha affamato i popoli", bene, speriamo che un domani non dovremo dire di te la stessa cosa per la nostra povera Italia.
2019-02-07 15:24:36
Hanno affamato i popoli anche i fautori dell'andate e prolificate.( basta avere 'na sigaretta da fumarsi dopo l'amplesso e non un contraccettivo prima, non cibo e non casa .) del 3-4-5 figli con padre e madre disoccupati, dell'harem da minimo due in su ...feconde a periodi sfalsati..per coglierci di piu'...
2019-02-07 10:23:17
da un fresco sondaggio, il settanta per cento di chi grida : Onestà Onestà Onestà , è contro l'autorizzazione a procedere contro salvini. Se ne deduce che all'Onestà preferiscono il reddito di cittadinanza. Misura ideata per sovvenzionare i lavoratori in nero e gli evasori.