Spid, ecco i nuovi servizi on line: dall'affitto al catasto

PER APPROFONDIRE: affitto, catasto, fisco, spid
Spid, ecco i nuovi servizi on line: dall'affitto al catasto
Tutto il Fisco a portata di Spid. La chiave unica di accesso alla Pubblica amministrazione da oggi apre anche il cassetto fiscale. Registrare un contratto di locazione, consultare i dati catastali, visualizzare la propria posizione nel cassetto fiscale da oggi è ancora più semplice grazie al Sistema pubblico di identità digitale (Spid).

Tutti i servizi web del Fisco entrano a far parte del mondo Spid, la chiave unica di accesso alla Pubblica amministrazione. Col provvedimento firmato oggi dal direttore di Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini, informa un comunicato, la chiave unica di accesso viene estesa, anche grazie al supporto del partner tecnologico Sogei, a tutti i servizi online offerti dall’Amministrazione finanziaria. L’accesso tramite le credenziali Spid si affianca alle attuali modalità di autenticazione previste per i 7,3 milioni utenti dei servizi telematici dell’Agenzia (di questi 6,7 milioni sono utenti Fisconline).

L’universo Spid. È il documento di identificazione online del cittadino. Attraverso un unico nome utente e un’unica password i cittadini possono utilizzare in modo semplice, veloce e sicuro i servizi erogati online da oltre 4mila Pubbliche Amministrazioni, connettendosi da computer. Un unico identificativo, quindi, per iscrivere i figli a scuola, prenotare una visita in ospedale, richiedere il Bonus Mamma, registrare un contratto di locazione, presentare la dichiarazione precompilata. Il sistema non consente la profilazione garantendo la protezione dei dati personali. Spid, nato nel marzo 2016, è stato scelto già da 2,3 milioni di persone, di cui il 61% donne e il 39% uomini.

Come ottenere le credenziali di accesso. Per ottenere Spid basta aver compiuto 18 anni ed avere un documento di riconoscimento, la tessera sanitaria con codice fiscale, un indirizzo e-mail valido e un numero di telefono. Bisogna registrarsi a scelta, sul sito di uno degli 8 gestori di identità digitale (Aruba, Infocert, Poste, Sielte, Tim, Register.it, Namirial, Intesa) e seguire i vari step per l’identificazione. Tutte le modalità di registrazione e tutte le possibilità per poter ottenere Spid sono disponibili su http://www.spid.gov.it/richiedi-spid. Il livello di sicurezza adottato (Spid Livello 2) corrisponde ad un’autenticazione forte a due fattori (password e PIN “dinamico”, ossia che cambia sempre ad ogni accesso), ed è lo stesso già implementato in fase di autenticazione ai servizi “Dichiarazione precompilata” e “Fatture e Corrispettivi”. 




 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 9 Aprile 2018, 12:43






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Spid, ecco i nuovi servizi on line: dall'affitto al catasto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-04-09 17:28:33
io ho impiegato circa un annetto per riuscire ad attivarla... itaGlia!...
2018-04-10 09:52:53
inutile che mi mettiate il pollice verso... e' la triste realta'! poi se volete mettere la testa sotto la sabbia fate pure!...
2018-04-10 21:13:04
fra l'altro quest'anno di attesa e tempo perso a provare e riprovare l'ho anche pagato come servizio SPID funzionante!... itaGlia...
2018-04-09 15:04:50
Lo SPID sembra una buona idea. Forse. Se funzionasse. A suo tempo c'erano varia opzioni per attivarla. Alcune gratuite (tramite Poste Italiane e altre opzioni) e una a pagamento (circa 15 euro). Pensando che si trattava di una novita' e data la delicatezza dell'argomento ho pensato che forse valeva la pena di spendere qualcosa pur di avere un servizio veloce e ben fatto. MI SBAGLIAVO. L'azienda addetta, pur con un mesi di tentativi NON e' riuscita ad attivarlo. Alla fine, tramite un'associazione di consumatori sono riuscito almeno a farmi ridare i soldi. Ma sono senza SPID. Per altro ho appena speso circa 22 euro per avere una carta di identita' elettronica con tanto di di PIN e PUK. Carta ormai obbligatoria (anche se in funzione del comune di residenza). A questo punto se ho una carta che certifica con doppia password la mia identita' a che serve lo SPID ? italia
2018-04-09 17:37:12
Sig. maurizzio la ringrazio del commento. Alcuni mesi fa ero tentato anch'io di aderire allo SPID, ma per esperienza è meglio attendere che il Sistema vada a regime. fra un annetto proveroò a verificarne l'efficienza.