Povertà: diminuisce nell'Unione Europea, aumenta in Italia

Povertà: diminuisce nell'Unione Europea, aumenta in Italia
Bene l'Unione Europea che è riuscita a diminuire il numero delle persone a rischio povertà, male l'Italia dove invece il numero è aumentato. È quanto emerge da un rapporto dell'Eurostat, diffuso in occasione della giornata internazionale per l'eliminazione della povertà.

Nel 2017 nell'Unione erano 112,9 milioni le persone a rischio povertà o esclusione sociale, pari al 22,5% della popolazione europea. Rispetto al 2008 - quando il numero di persone a rischio povertà si attestava a 116,07 milioni- si tratta di una diminuzione di 3,15 milioni di persone. 

In Italia, invece, la situazione è ribaltata: nel 2008 le persone a rischio povertà erano 15,082, nel 2017 sono state 17,407 milioni ossia il 28,9% della popolazione. In questo caso non ci troviamo davanti a una diminuzione, bensì di un aumento. Esattamente di 2,3 milioni di persone. 

Non solo in Italia è aumentato il tasso di rischio della povertà, ma anche in Grecia, in Spagna, nei Paesi Bassi, a Cipro e in Estonia. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 16 Ottobre 2018, 15:46






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Povertà: diminuisce nell'Unione Europea, aumenta in Italia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-10-18 14:08:32
…..con tutti parassiti,vecchi,nuovi e di importazione….!
2018-10-16 18:39:29
Non è una novità... Gli imprenditori appena fanno due soldi li trasferiscono all'estero...