Martedì 31 Luglio 2018, 10:08

Azienda compra una pagina contro l'intolleranza: «Basta»

PER APPROFONDIRE: azienda, giornali, pagina, paolo polegato
Azienda compra una pagina contro l'intolleranza: «Basta»

di Elena Filini

SUSEGANA (TREVISO) - Quando le prime agenzie della giornata hanno battuto la notizia dell'aggressione a Daisy Osakoue, la primatista italo-africana di Moncalieri ferita nella notte e la cui partecipazione ai mondiali under 23 di Berlino è oggi appesa ad un filo, si è detto che il vaso era davvero colmo. È entrato in azienda, ha selezionato un'immagine e ha chiamato i giornali. La pagina a pagamento acquistata da Paolo Polegato, amministratore delegato di Astoria Wines di Susegana, azienda viticola del Trevigiano, contiene poche parole. E una splendida ragazza dalla pelle color ebano che, al posto del rossetto, ha una bandiera italiana. 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Azienda compra una pagina contro l'intolleranza: «Basta»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 37 commenti presenti
2018-08-03 09:17:52
adesso che si e' saputo che i "lanciatori di uova" erano "figli" del PD e lo hanno fatto solamente per scherzo anzi "goliardata", "zingarata" si puo' dire? come "Amici Miei" ;-)
2018-08-02 18:29:03
Sembra che gli aggressori siano dei deficienti che si sono comportati allo stresso modo nei confronti di altre persone senza comportamento a sfondo razziale. Perchè fare tutta questa cagnara ancora prima di sapere chi sia stato e come siano andate le cose? Addirittura un imprenditore che compra una pagina di giornale senza cognizione di causa. Spero almeno che abbia sempre trattato con altrettanto fervore anche i suoi dipendenti. Credo invece che gli italiani siano stati fin troppo tolleranti finora.
2018-08-02 22:26:56
mi aspetto che il grande imprenditore acquisti un'altra pagina,per spiegarsi meglio e che la coldiretti tutta faccia altrettanto.
2018-08-02 10:29:55
....gli emigrati REGOLARI in Italia.....possono leccarsi i gomiti.....rispetto ai vari paesi cosi detti democratici(UK,Francia,USA,etc.etc)....dove il razzismo e' sempre a fior di pelle....!
2018-08-01 09:01:32
Vorra dire che il costruttore di scarpe in Romania non vendera piu le sue care scarpe in Veneto e fara compagnia a Benetton. Gli faccio pero un invito: usi i milioni di euro che ha fatto sfruttando i lavoratori Romeni migliorando i loro stipendi, le loro pensioni e la loro assistenza sociale. Che vergogna.