BLOG
Modi e Moda di Luciana Boccardi

"Cosa mangi oggi?" : A Firenze la
12^ edizione di "PITTI TASTE"

“Noi siamo quello che mangiamo”  :  era il titolo della relazione che Sophie Eustache  ha svolto  recentemente  Venezia per  la  “Dante Alighieri”, un'affermazione basata  sulla  convinzione della  studiosa che il cibo  sia la nostra   medicina  e la medicina il nostro cibo che stabilisce un punto importante sulla realtà che il nostro quotidiano assegna al cibo e al nutrirsi in generale, senza trascurare l’elemento  “ gusto”. Tre pilastri fondamentali per garantire nel modo più  favorevole possibile il nostro benessere.
Su queste basi , a Firenze,  Pitti Immagine ha presentato la  12^ edizione di PITTI TASTE, il Salone  dedicato alle eccellenze del  cibo e alla food culture. Negli spazi della Stazione Leopolda , tra l’11 e il 13 marzo, 380 aziende si sono date appuntamento  per  presentare tante novità, progetti, ricerche, studi, oltre a un focus sul caffè e i suoi trend più contemporanei.  Personaggio  di  spicco della  manifestazione, come sempre, Davide Paolini, cultore e appassionato ricercatore di gastronomia.
Ogni nuova edizione di TASTE – si legge nella presentazione della rassegna 2017 -  è un viaggio attraverso cibi, vini, soggetti, oggetti  e idee alla scoperta delle varie dimensioni nelle quali si esprime e si sperimenta il gusto.  Disposti nell’ordine prodotti  e tecnologie legate alla moderna cucina ma anche percorsi vintage per non perdere il “gusto” legato a un passato gastronomico che rappresenta in sintesi la nostra tradizione.
La rassegna per presentare le novità, oltre alla Stazione Leopolda , ha occupato   il nuovo Alcatraz, il Teatro dell’Opera  (con estensione nel piazzale esterno ), oltre al Piazzale Aulenti trasformato in  divertente “mercatino” di Taste.
Su questa singolare rassegna di Pitti , nata dodici anni fa con qualche interrogativo sulla reale comprensione da parte del pubblico  e divenuta con il passare degli anni un momento di incontro indilazionabile per tutti gli amanti del “gusto”, dal cibo,  ai vini, ai prodotti per la cucina , Agostino Poletti, mente creativa delle rassegne fiorentine di  Pitti,  parla di “nuove sfide”  ad ogni edizione  testimoniate  dall’incremento nel numero delle aziende  (quest’anno  in tutto sono state 440 le richieste di partecipazione ),  selezionate tra le migliori produzioni di nicchia. Per non parlare del  Taste Shop che  già nello scorso anno aveva toccato il tetto di 22,000 pezzi  venduti ,  tra  oggettistica  e prodotti legati al lifestyle gastronomico.


 

Domenica 12 Marzo 2017, 16:44
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
POST
pubblicato ilMercoledì 28 Giugno 2017, 02:04
pubblicato ilLunedì 26 Giugno 2017, 18:28
pubblicato ilSabato 24 Giugno 2017, 01:14
pubblicato ilMercoledì 21 Giugno 2017, 00:37
pubblicato ilMartedì 20 Giugno 2017, 01:16
pubblicato ilDomenica 18 Giugno 2017, 01:55
pubblicato ilSabato 17 Giugno 2017, 00:24
pubblicato ilVenerdì 16 Giugno 2017, 09:53
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER