Ancora un blitz a Cortina: controlli sui
contratti di affitto per le case-vacanza

Ispettori fiscali in borghese hanno fermato i turisti davanti alle
abitazioni chiedendo con chi avessero fatto la transazione

Per adesso non risulta esserci alcun verbale (foto archivio)
BELLUNO - Cortina d'Ampezzo torna sotto la lente di ingrandimento degli ispettori fiscali. Stavolta non sono gli scontrini non battuti l'obiettivo degli uomini della guardia di finanza ma gli affitti estivi, quelli per le case-vacanza.

In borghese davanti alle case. Agenti in borghese hanno fermato i turisti davanti alle case di villeggiatura affittate per l'estate, chiedendo importi, numeri e riferimenti delle agenzie immobiliari o dei privati dai quali le avevano avute.

I vacanzieri, anche in caso di un affitto "in nero", non rischierebbero nulla. Diverso il discorso per chi ha dato le case in locazione, perché i guadagni devono ovviamente essere riportati nella prossima dichiarazione dei redditi. I dati raccolti verranno poi girati dalla guardia di finanza agli ispettori dell'Agenzia delle Entrate, per le successive verifiche sui 730.

Si potrebbe pensare ad un accanimento verso la Regina delle Dolomiti, dopo l'eclatante operazione anti-evasione del Capodanno scorso. Ma dal Comando provinciale della guardia di finanza di Belluno assicurano che i controlli nella cittadina ampezzana questa volta rientrano in un'attività di routine, svolta nella località e altrove in tutti i mesi dell'anno. Al punto che non risulta nessun verbale, e quindi nessuna contestazione immediata per presunti affitti in "nero" a Cortina.

venerdì 17 agosto 2012



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ancora un blitz a Cortina: controlli sui
contratti di affitto per le case-vacanza
I commenti su questo articolo sono chiusi.
CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER
I commenti su questo articolo sono chiusi.
0 commenti presenti
Indietro
Avanti