Schwazer, i Nas perquisiscono la casa
Nel mirino i contatti con il dottor Ferrari

Il procuratore di Bolzano: «Sequestrati pc e memorie, ma non è un accanimento». Il Cio officializza la squalifica dai Giochi

PER APPROFONDIRE: schwazer, londra 2012, olimpiadi, doping
Alex Schwazer in conferenza stampa
BOLZANO - I Nas di Trento hanno perquisito la casa di Alex Schwazer a Calice, in val Ridanna (Bolzano). L'atleta era in casa durante la perquisizione, effettuata dal Nas di Trento. «Abbiamo sequestrato i pc e le memorie per ricostruire i contatti tra Schwazer e il dottor Ferrari», ha spiegato il procuratore Guido Rispoli, che coordina l'inchiesta assieme al pm Giancarlo Bramante. «Schwazer ha sostenuto in conferenza stampa di aver spedito una mail al medico per chiudere la collaborazione. Questo fa presumere che ci siano stati anche altri contatti via mail», ha detto Rispoli.

L'inchiesta della procura di Bolzano si sta concentrando sull'eventuale presenza di complici nello scandalo doping che ha investito il marciatore altoatesino. Nella conferenza stampa di mercoledì scorso Schwazer aveva sostenuto di aver agito da solo, di aver comprato l'Epo a settembre in Turchia e di esserselo somministrato solo a luglio.

«Non si tratta di un accanimento nei confronti di Alex Schwazer, ma è doveroso capire se ha veramente agito da solo, come sostenuto da lui in conferenza stampa, o se esiste una responsabilità di terzi», ha detto il procuratore Rispoli, che ha annunciato saranno analizzate le mail spedite al dottor Ferrari.

La squalifica. Nel frattempo il Cio ha ufficializzato, in una nota, l'esclusione di Schwazer dai Giochi olimpici. La decisione fa seguito a quella già presa dal Coni che aveva annunciato la sospensione del marciatore azzurro all'indomani della sua positività ad un controllo antidoping. Schwazer era stato trovato positivo all'epo durante un controllo a sorpresa effettuato lo scorso 30 luglio a Oberstdorf. L'atleta altoatesino avrebbe dovuto partecipare alla marcia 50 km.

Venerdì 10 Agosto 2012



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Schwazer, i Nas perquisiscono la casa
Nel mirino i contatti con il dottor Ferrari

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

3 commenti presenti
Mi dispiace per lui, non riesco ad essere indignata. E' stato fragile ma l'essere inossidabili non è da tutti. Spero ritorni
Commento inviato il 2012-08-11 alle 10:12:00 da elena
eppure mi dispiace
Mi dispiace,è un ragazzo che ha avuto paura e non ha avuto la forza di reagire.Gli altri sportivi che giudicano dico : chi è senza peccato scagli la prima pietra. non so quanti la tireranno!!!
Commento inviato il 2012-08-10 alle 22:34:00 da marisa
basta!
lasciatelo stare adesso! e che cavolo volete adeso? crocefiggerlo?
Commento inviato il 2012-08-10 alle 22:22:00 da andrea
Indietro
Avanti