«Devi pagarla per tutti»: musicista pestato
a sangue dopo il concerto rock a Musile

Il 36enne della band metal "Warhawk" ricoverato in prognosi
riservata. I carabinieri indagano per tentato omicidio

Aveva deciso di dormire all'aria aperta per il caldo (archivio)
VENEZIA - Con il suo gruppo aveva appena finito di esibirsi in un concerto rock al "Mivida" di Croce di Musile di Piave, nel Veneziano. Era stata una serata entusiasmante, riscaldata dal pubblico, e anche dalla canicola. E proprio per il caldo eccessivo uno dei musicisti della band metal "Warhawk" aveva deciso di dormire all'aria aperta, sotto un albero, invece che nel camper. Una scelta che gli è costata molto cara: l'uomo è stato aggredito e pestato a sangue.

Il 36enne ora è ricoverato in ospedale in prognosi riservata. Il musicista, che risiede a Cavallino, è stato aggredito questa mattina verso le 8 e colpito ripetutamente con un bastone o una spranga. L'uomo, secondo il racconto da lui stesso fatto ai carabinieri che ora indagano per tentato omicidio, sarebbe stato aggredito da un uomo che parlava in dialetto e che gli avrebbe detto che la «doveva pagare per tutti». La vittima avrebbe fornito agli investigatori una descrizione del suo aggressore. L'allarme è stato dato dai musicisti della band svegliati dallo stesso collega picchiato.

lunedì 9 luglio 2012



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Devi pagarla per tutti»: musicista pestato
a sangue dopo il concerto rock a Musile
I commenti su questo articolo sono chiusi.
CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER
I commenti su questo articolo sono chiusi.
0 commenti presenti
Indietro
Avanti