Il volteggio, una disciplina equestre
che aiuta la riabilitazione dei disabili

Nel circolo di Spresiano l'Arep ha sviluppato un centro
in cui è riuscito a coinvolgere anche bambini con autismo

La squadra giunta prima ai campionati veneti di volteggio nel centro di Spresiano

di Michela Granzotto

Nel circolo equestre di Spresiano (Treviso) dove Arep Onlus da tre anni svolge attività di ippoterapia con fisioterapisti e psicologa nel segno dell'integrazione tra cavalli, persone disabili e non, viene svolta una pratica sportiva che probabilmente non è molto conosciuta: il volteggio.

La pratica del volteggio è una disciplina equestre che rappresenta in realtà il primo approccio al cavallo da parte dell’uomo. Sin dalla preistoria, infatti, l’uomo cerca di rincorrere e salire “al volo” sul cavallo, mantenendosi in equilibrio. Percorrendo la storia, il volteggio si è evoluto ed affinato sia nell’arte circense che nel rigore della Scuola di Cavalleria di Hannover che prevede il volteggio come attività propedeutica all’approccio con il cavallo.

Oggi la disciplina del volteggio contempla, oltre alla forma ludica e agonistica, anche uno sport riabilitativo per persone diversamente abili. Questa fantastica e spettacolare disciplina consiste in una serie di esercizi atletici ed acrobatici in cui gli atleti si esibiscono sulla schiena del cavallo fino a tre alla volta aiutandosi a salire e mantenendosi in equilibrio. Il cavallo procede in un circolo di circa quindici metri di diametro al passo o al galoppo tenuto alla corda (longia) da una persona posta al centro del circolo (longeur).

La squadra può essere composta da atleti diversamente abili e normodotati ed è così che, attraverso la semplicità del gioco e dello sport, il volteggio offre la possibilità di un’integrazione voluta e rispettata in tutta le sue peculiarità. Inoltre, permette di integrare anche disabilità differenti e coinvolgere per esempio bambini con autismo, che riescono e sentono il bisogno di comunicare per essere aiutati ad esempio a salire a cavallo dal loro compagno di squadra.

Quest’anno presso il Circolo equestre di Spresiano (Treviso) si sono svolti i Campionati Veneti di volteggio che hanno premiato con il Trofeo Challenge la squadra prima classificata composta da diversamente abili. La squadra è guidata dal longeur Nelson Vidoni dell’Asd la Fenice di Verona. Oltre a questi ragazzi Nelson collabora anche con alcuni Ceod proponendo il volteggio come attività ludica anche a persone con disabilità mentale di età media di 40 anni.

Il volteggio è uno sport dunque per tutte le età e per tutti. Consente attraverso il gioco di approcciarsi al mondo del cavallo con la sicurezza ed il coinvolgimento di un gioco di squadra, ed è sicuramente un’opportunità di integrazione da cogliere… al volo!


Arep

Giovedì 12 Gennaio 2012



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il volteggio, una disciplina equestre
che aiuta la riabilitazione dei disabili
I commenti su questo articolo sono chiusi.
CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER
I commenti su questo articolo sono chiusi.
0 commenti presenti
Indietro
Avanti