Usa, la bastardina Harley reduce dal cancro conquista il cuore degli americani

PER APPROFONDIRE: harley, westminster
Harley,  dopo la gara

di Anna Guaita

NEW YORK – Come ogni anno l’aristocrazia canina si è data appuntamento a New York, per il Westminster Dog Show. Ma mentre centinaia di cani dal pedigree degno di un re sfilano per conquistare il titolo di “best in show”, l’America parla di una bastardina, Harley, che ha invece conquistato il cuore di tutti. A dieci anni, e reduce da un anno di chemioterapia e interventi chirurgici contro varie masse cancerogene nelle gambe, Harley incredibilmente ha vinto la gara di agilità.
 
Nonostante il suo carattere “purosangue” infatti, il Westminster apre la settimana a New York con le gare che vedono i cani di tutte le razze e tutte le dimensioni impegnati a saltare ostacoli, scalare scale, infilarsi dentro tunnel, il tutto in gara contro il cronometro. La più difficile di queste contese, quella per i cani di dimensioni più grandi, è stata vinta dall’attempata Harley, un incrocio di varie razze, o, come i meticci vengono definiti qui a Westminster una “all American dog”.
 
Harley non si è risparmiata: è partita alla massima velocità, seguendo con precisione ogni comando che la sua padrona, Erin Stumler, le dava, sia con la voce che con i gesti della mano. Ha impiegato 43,92 secondi a percorrere il tragitto, senza fare un errore. E alla fine è balzata in braccio a Erin, felice lei stessa e consapevole di aver fatto benissimo. Perfino i due commentatori tv della Fox, che da anni seguono questo appuntamento canino, non hanno saputo trattenere la commozione davanti all’esempio di “resiliency” che quel cane oramai vecchiotto, provato da una grave malattia, da operazioni e una lunga convalescenza, aveva mostrato all’intero Paese.
 
La padrona, che vive nell’Indiana, riceverà mille dollari di premio, che intende devolvere in beneficenza. Mentre Harley si godeva qualche bocconcino dopo la gara, i giornalisti hanno chiesto a Erin come abbia potuto portato Harley alla vittoria: «E’ facile! le piace correre, e correre con me. E poi le piacciono i bocconcini che le do» ha risposto la 35enne ragioniera. «Siamo semplicemente felici che Harley sia ancora con noi, sia sana e possa essere un esempio di coraggio per tutti» ha aggiunto la giovane donna.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 12 Febbraio 2019, 22:19






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Usa, la bastardina Harley reduce dal cancro conquista il cuore degli americani
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti