L'arte guarda verso l'Europa

La terza edizione di Business Meets Art guarda all'Europa, per cercare modelli importabili in Friuli. Dal 28 al 30 gennaio la manifestazione ideata dall'associazione Etrarte, con l'obiettivo di sondare le potenzialità del rapporto tra imprese e arte, porterà a Udine ospiti internazionali per raccontare collaborazioni riuscite e creare occasioni di incontro tra aziende e mondo culturale. Si inizia il 28 gennaio al Parco Scientifico Tecnologico con un focus sul diritto dell'artem mentre il giorno successivo, al Museo del Castello, toccherà al progetto formativo E-Straordinario della Fondazione Casolin che punta a portare gli artisti nelle aziende per migliorare l'ambiente lavorativo (previsto un workshop con l'artista Francesco Arena). Cuore del programma sarà il panel del 30 gennaio in Sala Ajace (dalle 9), moderato dall'esperto di cultural management Michele Trimarchi, durante il quale si parlerà delle esperienze europee, come Tillt, società svedese che crea sinergie tra artisti e imprese e che verrà presentata dal cultural manager Tiago Prata; dalla Germania, il responsabile del Dipartimento Affari culturali di Rostock, Thomas Werner spiegherà un progetto transnazionale di partnership fra istituzioni, imprese e progetti culturali per valorizzare i territori; infine dalla Danimarca Luise Kjaer illustrerà Creative Business Cup, competizione mondiale che seleziona le migliori collaborazioni tra aziende e creativi grazie a una rete di partner locali (gli organizzatori sperano che per il 2016 una base possa essere Udine). Tra gli ospiti, ci sarà anche Lucio Argano, creatore della Fondazione Fitzcarraldo e presidente della Commissione per il Teatro del Ministero dei Beni Culturali, che parlerà della candidatura di Perugia a capitale europea della cultura 2019 (vinta da Matera), candidatura creata in modo partecipato, tanto che l'80% dei progetti si farà anche senza i fondi europei, aspetto che ha destato l'interesse dell'assessore alla cultura Federico Pirone. Il pomeriggio, invece, si parlerà del valore della creatività per l'impresa, con il m.a.c Lab della Cà Foscari di Venezia. Sempre il 30, alle 18, l'appuntamento è a Casa Cavazzini per la consegna del premio Creaa al migliore esempio di sinergia azienda-cultura e la Pecha Kucha Night, che vedrà la presentazione di 3 progetti culturali che cercano partner privati e di 3 aziende (tra cui Emg do Art, fondazione creata da un'azienda di marmi cinese) che cercano progetti culturali cui partecipare. «Si tratta di modelli, da quelli europei a quello di Perugia, che possono essere replicati in Friuli» ha spiegato la direttrice artistica di Etrarte, Elena Tammaro, ieri alla presentazione dell'iniziativa all'Hotel Suite Inn di Udine.
© riproduzione riservata

Giovedì 22 Gennaio 2015, 04:59






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'arte guarda verso l'Europa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER